Viste le restrizioni necessarie per far fronte all’emergenza Covid-19, molte attività di bar e ristorazione si troveranno presto in difficoltà a riaprire, soprattutto a causa degli spazi interni ristretti disponibili, che non permetteranno ai nostri locali di garantire un distanziamento sociale sufficiente se non per pochissime persone alla volta.

In quest’ottica il Comune può fare molto per dare sostegno a tutte queste attività.

Abbiamo una piazza bella e ampia, abbiamo vie meravigliose che proprio in questa fase potrebbero tornare ad essere il polmone per le attività di bar e ristorazione rovatesi.

La proposta è quella di utilizzare la piazza e altri spazi per bar e ristoranti, per la cena dalle 19 durante i giorni feriali e per l’intera giornata durante i fine settimana.

Ogni sera quindi e dal venerdì sera alla domenica pomeriggio, ogni attività avrebbe a disposizione, senza dover pagare la tassa di occupazione di suolo pubblico, uno spazio in piazza o vicino al proprio locale dove mettere i propri tavoli, opportunamente distanziati, per servire i clienti al meglio in una cornice meravigliosa.

Con pochi interventi si potrebbe così ampliare decisamente la capacità ricettiva dei nostri bar e ristoranti, aiutando questi ultimi ad affrontare al meglio questa situazione difficile per tutti noi.

Posto che il ragionamento vale anche per altri spazi aperti, un’iniziativa così sarebbe anche una novità specificamente per piazza Cavour sempre al centro dell’interesse di tutti, si potrebbero cominciare finalmente a sperimentare nuove soluzioni.

E allora tutti a Rovato a cena che si sta all’aperto.

Commenti Facebook