E fu così che Regione Lombardia stanziò 2 milioni e mezzo per il mercato coperto di Rovato. W la Regione. Serviranno altri 3 milioni e mezzo che dovrà mettere il Comune aprendo un mutuo e indebitandosi, totale 6 milioni. Alè.

Da Milano i toni sono di trionfo, Fabio Rolfi dice: “Sarà realizzato il mercato coperto, verranno sistemate le aree esterne, sarà riorganizzata la zona dei parcheggi e nel 2022 verranno sistemati anche fossato e mura del castello e i collegamenti stradali e ciclopedonali. Vogliamo creare un polo attrattivo e connetterlo con il territorio della Franciacorta”.

Creare un Polo e connetterlo, magico.

Il mercato coperto è stato ed è il cavallo di battaglia di Roberta Martinelli, che lo ha promesso nel 2012, e con lei di Piero Toscani che da sempre va dicendo che vedrebbe bene una mega struttura in centro. A Rovato però stiamo ancora cercando di capire cosa sarà questo mercato coperto, che, va ricordato, è l’opera pubblica più grande mai progettata in città dai tempi dei dinosauri.

La nostra posizione è al momento contraria, non abbiamo visto un disegno, il Sindaco non ha illustrato il progetto, non ci sono atti ufficiali del Comune di Rovato che parlino del mercato coperto. Niente. Il ragionamento non è da poco, questa partita sembra tutta giocata sul tavolo della Regione, ma sarà il Comune di Rovato a metterci più soldi, e soprattutto, la cosa verrà realizzata a Rovato, parliamone.

Le nostre perplessità poggiano soprattutto pensando a quel dovrà essere l’utilizzo di quella struttura così costosa. Le domande sono quelle che si fanno tutti:
Sarà utilizzato solo per il mercato del Lunedì? Sei milioni di euro e una cattedrale di cemento sotto il Monte per 5 ore a settimana? Impossibile.
Sarà forse un mercato stabile che funzionerà tutti i giorni? In questo modo metterà però in difficoltà i negozi del centro.

Sarà utilizzato come polo fieristico? Per Lombardia Carne? Le fiere non vanno più da un pezzo, chi ha tradizione e strutture si trova ormai in grandi difficoltà e Lombardia Carne si può organizzare anche con splendide strutture a noleggio.

Lo abbiamo già detto, con parte di quei danari sarebbe meglio sarebbe ripensare l’area del Foro con un grande parco con parcheggi e nuova zona mercatale più ampia e vicina al centro, invece pare che atterrerà una mega astronave. Vedremo.

Il Sindaco Belotti si è lanciato su più fronti: Ponte, Cinema Corso e Mercato Coperto. Per ora, a parte qualche immagine virtuale che fa sognare, i risultati sono stati il cumulo di macerie del Cinema e qualche bullone (in 5 anni) del Ponte tanto desiderato.

E una nuova scuola elementare sul Viale no? Quella non è una scommessa, non ci sarà bisogno di impazzire a pensare: funzionerà o non funzionerà? Quella funzionerà piena di bambini in una struttura moderna e sicura.

Roba semplice e risultato garantito.
Commenti Facebook